Tessera, araba arrestata: figlia del padrone della Panto

È stato convalidato l’arresto per Abdulle Asma Mohamad, figlia del magnate arabo padrone della Panto Finestre Abu Taleb Mohamad. Come scrive Alberto Zorzi sul Corriere del Veneto a pagina 6, la donna, 32 anni laureata ad Oxford, è manager di un’azienda a Riad con mezzo migliaio di dipendenti. È stata fermata domenica sera dalla polizia all’aeroporto Marco Polo di Venezia con un paio di proiettili calibro 7.62 per kalashnikov nella borsa del computer. La pena per il possesso di armi da guerra va da uno a 8 anni.

Interrogata dagli inquirenti, la donna ha negato le accuse e ha racontato di essere venuta a Treviso il 19 gennaio scorso, per raggiungere il padre e il fratello, che saltuariamente sono in Veneto per seguire la Panto e altre società. Nel suo volo da Riad per Istanbul, ha fatto scalo a Parigi, dove il suo bagaglio, imbarcato in stiva, è stato smarrito. Lei ha quindi proseguito per Venezia e la valigia le è stata recapitata il giorno dopo in un hotel di Treviso. «Non so da dove provengano quei proiettili», ha ribadito la donna che è incensurata. Nel suo cellulare è stata trovata una foto di una donna con il velo e un kalashnikov in mano e la scritta Allah Akbar. La donna, che è ora agli arresti domiciliari a Treviso, ha detto agli investigatori di aver ricevuto l’immagine via Instagram due anni fa e che si riferiva a un articolo on-line.

Tags: ,