Veneto, «piano straordinario» per imprese vittime delle banche

Sostenere le imprese venete che hanno accesso compromesso al credito per colpa delle banche. A questo è destinato il provvedimento della giunta veneta, di cui è stato relatore l’assessore allo sviluppo economico Roberto Marcato. «Il provvedimento – evidenzia Marcato – è pensato per alleviare i riflessi pesantemente negativi sull’andamento economico e patrimoniale delle aziende del territorio veneto, massacrate dal colpevole operato delle banche». L’intervento riguarderà in particolare le imprese che hanno subito, nel biennio 2014-2016, le conseguenze negative della svalutazione dei titoli acquistati dalle banche responsabili della crisi.

Per dare una mano alle aziende verrà utilizzato il fondo regionale dedicato agli strumenti di riassicurazione del credito sulle garanzie concesse alle imprese, già esistente e gestito da Veneto Sviluppo. Per questo tipo di intervento all’interno del fondo regionale verrà riservata una dotazione finanziaria pari a 5 milioni di euro. «Si tratta di una delle misure – conclude Marcato – scaturite dal confronto avviato in questi mesi dalla Regione con le rappresentanze dei principali attori dell’attività economica a livello regionale, su iniziativa del presidente Luca Zaia, con l’obiettivo di mettere a punto specifici strumenti di sostegno finanziario agli imprenditori veneti e alle aziende vittime dell’inqualificabile gestione degli istituti di credito».