«Faccio una strage con un camion»: il caso del post rimosso su Fb

«Questi italiani si meritano un camion contro la folla come a Berlino. Ci vorrebbe uno in ogni piazza. Non hanno rispetto di noi musulmani, non possiamo pregare dove vogliamo, non possiamo avere nostre moschee, questa è verità. Io sono qui di qualche anno e vedo questo. Voglio prendere un camion e fare un bel lavoro contro di loro. Per amore di Allah». Questo il testo del post – ora rimosso – pubblicato sulla bacheca Facebook di H. B., magazziniere marocchino residente da anni a Verona insieme a moglie e figli. Come riporta il Corriere del Veneto di oggi, a pagina 9, gli investigatori, coordinati dal capo dell’Antiterrorismo di Venezia Adelchi d’Ippolito, sono al lavoro per fare luce sull’accaduto.

Il primo dubbio è che si possa trattare di un falso. Se invece si trattasse di un messaggio poi cancellato, va capito se sia stato scritto da lui o da qualcuno che ha avuto accesso al suo profilo Facebook e ha deciso di metterlo nei guai. Intanto in rete si moltiplicano le minacce al marocchino. Anche il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, ha pubblicato sulla propria pagina uno screenshot del post incriminato. «Adesso pare l’abbia cancellato ma lui blatera ancora – commenta il leader del Carroccio – mentre la Boldrini va a caccia di critici su Facebook c’è gente che inneggia al terrorismo e col profilo ancora aperto. Vi pare normale?»

(Ph. Afp)