Minacce a Vianello, blogger contro malaffare jesolano

L’ex consigliere comunale Claudio Vianello, tra i fondatori della Lega Nord a Jesolo, è stato raggiunto via posta da una minaccia proveniente da ignoti: una cartuccia da 12 millimetri contenuta in una busta lasciata nella sua buca delle lettere. Secondo quanto scriveva Giovannni Cagnassi a pagina 33 del Corriere del Veneto di ieri, il noto imprenditore e blogger, che quotidinamente denuncia sul suo sito il malaffare e gli scandali della località balneare, ha fatto sapere di non essere intenzionato a chiudere la bocca.

«Qualcuno vuole farmi fuori – ha detto Vianello – o comunque farmi paura, anche se non ci è riuscito. Io ho denunciato tutto alla polizia e adesso vedremo cosa succederà». «Di sospetti non ne ho in particolare, direi piuttosto che ne ho molti», aggiunge Vianello, che da tempo denuncia l’erosione del litorale e i ritardi nell’esecuzione delle opere pubbliche. «E da anni sostengo che la criminalità organizzata ha allargato i suoi tentacoli sulla città. Ho iniziato tra i banchi del Consiglio comunale e continuato a farlo – puntualizza Vianello – per questo anche i politici non mi hanno mai voluto bene».

(Ph. da Facebook)