Pieve (Tv), stop vigne vicino a case: vietati fertilizzanti

La giunta pievegina approva, nella variante numero 12 al piano degli interventi recentemente ratificato, l’utilizzo di “aree cuscinetto” tra le vigne e le zone residenziali vicine. Secondo quanto scriveva Silvia Ceschin sul sito de La Tribuna il 2 febbraio scorso, il regolamento (che entrerà in vigore tra un paio di mesi) servirebbe a tutelare la salute dei residenti dai rischi collegati all’uso di alcune sostanze tipiche nella coltura della vite.

Alcune delle quali sarebbero nocive e giustificherebbero, dunque, l’individuazione di alcune aree in cui l’amministrazione ha fatto divieto di attività agricole che prevedano l’utilizzo di fertilizzanti sintetici e altre sostanze potenzialmente nocive. «Tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi dieci anni hanno lasciato proliferare la coltivazione del prosecco e, conseguentemente, i litigi tra i cittadini e gli agricoltori, che erano e sono causati dalla deriva dei prodotti fitosanitari chimici sulle proprietà private confinanti», ha spiegato Gilberto Carlotto del Wwf Terre del Piave.

«A schiarire la situazione – prosegue Carlotto – arriva questa bella proposta da Stefano Soldan, sindaco di Pieve di Soligo. È lampante che le associazioni agricole non siano favorevoli a queste limitazioni, ma al sempre più invadente uso della chimica occorre mettere un freno, seppur tardivo, per fare un esame e proporre soluzioni alternative con piani certi e condivisi tra tutte le parti sociali».