Scienza, prof del Bo: «maschio inutile, si estinguerà»

Secondo lo scienziato Telmo Pievani, docente di antropologia e filosofia delle Scienze biologiche presso l’Università di Padova, il maschio è inutile e tra diecimila anni si estinguerà a causa della sua debolezza genetica. Questo il tema, secondo quanto si legge sul sito del Corriere del Veneto in un articolo del 31 gennaio di Francesca Visentin, del libro scritto con il giornalista Federico Taddia “Il maschio inutile” (Rizzoli).

Che è anche uno spettacolo, in scena il 2 giungo al teatro Pasubio di Schio, in provincia di Vicenza. «Il messaggio che ci arriva dall’evoluzione delle specie è che il sesso dominante è quello femminile – spiega il professor Pievani – non a caso in natura le femmine possono anche riprodursi da sole, per partenogenesi o clonazione». L’esempio “naturale” di ciò è la rana pescatrice, una specie ittica in cui il maschio è un piccolo parassita che vive attaccato alla femmina: «può averne attaccati anche decine e poi sceglie a rotazione con quale riprodursi».

La teoria secondo cui il genere maschile, nell’uomo, sarebbe in estinzione è ripresa dal biologo inglese Steve Jones. «Lo vede come uno scenario possibile tra diecimila anni. Cerco di sintetizzare: le femmine hanno cromosomi simmetrici e speculari – spiega Pievani – i maschi hanno X e Y spaiati, geneticamente non si rinnovano, questo porterà a indebolimento: è un rischio estinzione per il genere».

(Ph. da YouTube)

Tags: ,