Borgo Berga, tornano le pozzanghere in tribunale

Sono bastati pochi giorni di pioggia dopo mesi interi di siccità e sono tornate le pozzanghere al nuovo tribunale di Vicenza. Come scrivono Benedetta Centin e Gian Maria Collicelli nell’edizione di Vicenza del Corriere del Veneto a pagina 11, al piano interrato davanti all’aula collegiale, è apparso un vistoso rivolo d’acqua causato da alcune infiltrazioni dagli infissi del soffitto. Per avvertire i presenti è stato sistemata anche un triangolo segnaletico. Il problema pare sia causato dalle dilatazioni termiche che rendono necessarie nuove sigillature. «il problema che per fortuna è limitatissimo, abbiamo già segnalato tutto al Comune – minimizza  il presidente Alberto Rizzo – non sono comunque state registrate altre infiltrazioni nel palazzo».

Ma il fatto è destinato a far discutere poichè la struttura, inaugurata solo 4 anni fa e costata ben 24 milioni, era già stata oggetto solo l‘autunno scorso di episodi simili che avevano richiesto lavori d’urgenza sollecitati anche dal ministro della Giustizia. Gli interventi (come ad esempio la pulitura dei pluviali risultati completamente ostruiti) sono costati migliaia di euro. Altri 5 mila sono invece stati stanziati dal Comune per un sistema di rilevazione per controllare le crepe e gli scollamenti di blocchi a livello di giunto al quarto piano: l’obbiettivo è capire se il complesso sta sprofondando nel terreno.

Tags: ,