Assunta al nono mese, Renzi chiama titolare: «grazie»

«Leggo sui giornali la notizia di Martina, assunta da un’azienda veneta a dieci giorni dal parto. Il titolare dell’azienda ha spiegato: mi ricordo che cosa hanno fatto a mia moglie, licenziata mentre era incinta. E ho scelto di investire su Martina, perché è brava e perché la maternità non può essere una condanna. È una cosa normale. Ho chiamato Samuele Schiavon, l’imprenditore, per ringraziarlo di questo gesto. L’ho ringraziato come cittadino italiano per quello che ha fatto».

Lo scrive Matteo Renzi su Facebook. «E ho pensato – aggiunge Renzi – che una delle più belle e meno conosciute novità del Jobs Act non sono solo i 602.000 posti di lavoro in più in tre anni. Ma anche aver introdotto di nuovo il divieto delle dimissioni in bianco, la squallida pratica contro le donne e contro la maternità. Di solito fa notizia solo l’albero che cade. Ma la foresta di buone notizie di cui non ci accorgiamo va evidenziata, raccontata, sottolineata. Grazie Samuele, in bocca al lupo Martina».

Tags: ,