Nordest, i giovani scappano

I giovani del Nordest fra i 25 e i 34 anni, tendono a lasciare le loro regioni scegliendo l’estero per scappare dalla morsa della crisi e dall’incertezza esistenziale della precarietà. Sono i dati, scrive Barbara Ganz a pagina 10 del Sole 24 Ore, che emergono dal rapporto 2017 della Fondazione Nord Est presentato ieri a Vicenza. Secondo le rilevazioni, a lasciare il Paese sono i più istruiti: circa il 21% di quanti emigrano infatti, ha almeno una laurea o un dottorato di ricerca.

Sebbene lo studio sottolinei per il Nordest nel 2016 la crescita del Pil (+1,1%), dell’export (+1,5%) e dei consumi delle famiglie (+1,7%), la demografia offre un quadro sempre più problematico, a cominciare dal calo della popolazione residente, scesa l’anno scorso sotto i 7,2 milioni di abitanti. Ma non solo: secondo i numeri il nostro è un paese poco attrattivo dove anche le popolazioni migranti puntano a transitare più che a rimanere.

(ph: lavaligiablu.it)

Tags: