Caso Quero, Rucco: «Variati e Bulgarini si dimettano»

Anche il capogruppo di Idea Vicenza, Francesco Rucco (in foto), commenta la notizia uscita stamattina dell’arresto due mesi fa in Germania dell’amministratore unico di Aim Amcps, Matteo Quero, trovato in possesso di un ingente carico di droga. «Non intendiamo esprimere giudizi di sorta su fatti personali riguardanti l’amministratore unico di Amcps Matteo Quero – esordisce Rucco -. Sulle scelte e sulle condotte del sindaco Variati e del suo fedele vicesindaco Bulgarini invece sì! Infatti sono quest’ultimi che, nonostante i noti fatti accaduti all’amministratore unico già nel primo mandato Variati, hanno voluto e imposto, anche alla maggioranza la nomina di Quero ad amministratore unico di Amcps Valore Città, azienda appartenente al gruppo Aim Spa, di proprietà del Comune di Vicenza».

«Quero è un fedelissimo della cerchia ristretta formata da Variati e Bulgarini – continua il consigliere -. Un danno di immagine pesantissimo per la città di Vicenza che si ritroverà catapultata sui mass media regionali e nazionali nei prossimi giorni per fatti di cronaca giudiziaria. Non crediamo fin d’ora a sindaco e vicesindaco, che diranno di non averne mai saputo nulla dal 16.12.2016 ad oggi. Diamo per scontate invece le dimissioni di Matteo Quero. Chiediamo fermamente a Variati e Bulgarini d’Elci di fare un passo indietro dimettendosi perché responsabili politici di questa nomina. Infine – conclude Rucco -, per chi come noi ha sempre contrastato il fenomeno della droga, riteniamo sia doveroso che tutti gli amministratori diano il buon esempio alla città sottoponendosi ad un test antidroga nei prossimi giorni. Siamo certi che questo invito sarà accolto da tutti i colleghi amministratori del Comune di Vicenza, senza riserva alcuna».

 

Tags: ,