Venezia, leghisti al questore: «non cacciate quel clochard»

Alcuni consiglieri regionali leghisti capitanati da Marino FinozziAlberto Semenzato, hanno depositato un documento in cui chiedono al questore di Venezia di revocare il foglio di via emesso nei confronti di un clochard noto amichevolmente come “Il buon Pasquale”. Come scrive il Corriere del Veneto a pagina 5, il senzatetto, nato e residente in Germania, è stato accusato dalla questura di molestare i passanti chiedendo l’elemosina spesso ubriaco.  Ma i leghisti, che sono soliti fermarsi sul molo ad ascoltare le melodie cantate dal simpatico clochard che usa la sua pancia come batteria, non ci stanno: «non ha mai dato fastidio a nessuno – ha detto Semenzato – anzi era preso di mira e minacciato da altri figuri». «Se firmeremo in tanti – ha detto Finozzi – forse riusciremo a salvare il buon Pasquale».

Tags: ,