Verona, da Pittini 100 milioni per acciaieria 4.0

Il Gruppo Pittini mette a punto un piano industriale da 100 milioni di euro per le Acciaierie Verona (già Riva Acciaio), acquistate dal gruppo siderurgico udinese a dicembre 2015 ed ora pronte ad un investimento che punta a rinnovarle entro i prossimi 5 anni. Secondo quanto scrive Samuele Nottegar a pagina 17 del Corriere del Veneto di oggi, l’intervento prevede la demolizione di 21 mila metri quadrati sostituiti dalle nuove strutture che andranno ad occupare un’area un po’ più estesa (circa un migliaio di metri quadrati in più).

L’obiettivo, spiega il presidente di Acciaierie Verona e ad delegato del gruppo Paolo Felice, è quello di «di far diventare Pittini il primo produttore nazionale di vergelle, facendogli acquistare quote di mercato all’estero». Un progetto che prevede strutture più tecnologiche ed efficienti, maggiormente sostenibili ed anche in grado di produrre materiali di qualità maggiore. Insomma, un investimento che «contiene tutti gli elementi che il governo cerca di stimolare con il piano nazionale industria 4.0», come ha commentato il ministro allo Sviluppo economico Carlo Calenda.

(Ph. da pittini.it)

Tags: ,