Elezioni Padova, Giordani: «Pd e sinistra, uniti si vince»

Stasera alle 18 la direzione del Pd padovano indicherà il nome del suo candidato sindaco ufficiale alle prossime elezioni comunali. Il nome dello dato ormai per certo, scrive Claudio Malfitano  sul Mattino a pagina 13, è quello di Sergio Giordani, candidato civico esterno al partito che dovrà sfidare l’ex sindaco Massimo Bitonci e il candidato, la cui identità è ancora ignota, del M5S. Giordani,  che è stato in passato presidente dell’Interporto, auspica che sul suo nome si crei una convergenza di tutte le forze politiche della sinistra cittadina dal PdPadova2020 e Sinistra italiana, da ReteDem a Possibile e Rifondazione. «Mi sembra che il mio progetto stia raccogliendo consensi da tante parti della città che prima non dialogavano tra loro – spiega Giordani – Ma la mia mission di unire la città non è conclusa (…) abbiamo tanti obiettivi comuni».

«Mi sento dire spesso: state uniti per portare Padova fuori da questa crisi – continua l’ex patron del Calcio Padova – io a tutti mi rivolgo con la stessa disponibilità e con la stessa voglia di ascoltare». «Ho incontrato il Pd e ho trovato persone con un patrimonio ricchissimo di idee, valori ed esperienze (…) Ma ho visto anche la vivacità e l’innovazione di Coalizione civica: è un approccio interessante che può fare dell’impegno civico e della partecipazione una pratica di governo. Io lo considero un valore aggiunto con cui percorrere la strada dell’unità – conclude Giordani – Se il fine è Padova, tutti gli strumenti che ci portano a costruire questo grande progetto sono positivi e io resto a disposizione. L’uomo solo al comando ha già fallito e oggi ne paghiamo tutti le conseguenze».

(ph: padova24ore.it)

 

Tags: ,