«Belluno, solo 5 milioni per Veneto Strade? Ridicolo»

«Basta a ulteriori prese in giro». Così  gli assessori regionali Elisa De Berti e Gianpaolo Bottacin commentano la proposta del governo di stanziare 5 milioni di euro per la manutenzione delle strade del Bellunese attraverso l’emendamento al decreto Milleproroghe approvato ieri sera in Commissione affari costituzionali del Senato. «Il governo – dichiarano gli assessori – spende miliardi di euro per mantenere presunti profughi, si inventa 600 milioni per coprire i buchi, e sottolineiamo i buchi non i servizi, della Regione Campania, si ingegna per coprire 100 milioni di costi di una singola manifestazione sportiva, ma non trova 15 milioni di euro per le strade bellunesi. Pazzesco!».

Per i due assessori la proposta di trasferire 5 milioni alla Provincia è «ridicola: di questa cifra Veneto Strade non se ne fa nulla, nemmeno la programmazione, anche perché nella realtà 5 milioni la società a marzo potrebbe averli anche già spesi qualora nei prossimi giorni iniziassero le abbondanti nevicate tipiche della stagione. Occorrono subito 15 milioni per il 2017, occorre un impegno pluriennale se si intende far proseguire a Veneto Strade il servizio anche per il futuro, occorrono infine i 25 milioni di debito, che la Provincia ha già accumulato nei confronti della società, per evitare di mettere quest’ultima ulteriormente in crisi. Diversamente lo stop delle manutenzioni dal primo marzo non potrà che essere confermato, con tutte le conseguenze del caso. E pensare – concludono – che lo Stato sottrae ai territori bellunesi ben 800 milioni di euro ogni anno. Come può non trovare qualche spicciolo per dare continuità a un servizio di vitale importanza, che fra l’altro la Provincia svolge su delega statale?».

Tags: ,