«Traforo Torricelle? Arma di distrazione di massa dei politici»

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Alberto Sperotto del Comitato di cittadini contro il collegamento autostradale delle Torricelle “Tonino Sergi”

Zanotto lo voleva inizialmente medio, a metà mandato lunghissimo e alla fine corto corto, Tosi indubbiamente lungo, ma più corto del lunghissimo di Zanotto. La Lega lo voleva lungo come Tosi, quand’era con Tosi. Anche Battiti lo vorrebbe, ma visto che lo vuole Tosi allora non lo vuole più. Scopriamo che anche il PD lo vuole cortino, ma su questo è diviso e ci aspettiamo grandi discussioni interne al partito. Non credete, politici veronesi, che i cittadini di Verona si possano meritare una discussione su temi un po’ più elevati anziché, come ad ogni tornata elettorale, le vostre disquisizioni su chi ha l’idea migliore su come bucare le Torricelle puntando il dito sulla congestione di Veronetta per non mostrare i danni provocati, prevedibili ed evitabili, a Verona sud?

Il politico intelligente affronta la questione della mobilità urbana predisponendo il Piano Urbano della Mobilità: solo così si identificano i nodi critici e si trovano le soluzioni. E questo è mestiere di urbanisti, che sono tecnici, laureati, e non dei politici del “secondo me è meglio…” Intanto restiamo senza un mezzo di trasporto rapido di massa, le scuole che crollano e i buchi nell’asfalto.

Alberto Sperotto
Comitato di cittadini contro il collegamento autostradale delle Torricelle “Tonino Sergi”

(ph: infooggi.it)

Tags: ,