Verona, 1 studente su 3 si droga

Dopo il tragico episodio dello studente 16enne di Lavagna suicidatosi da una finestra durante una perquisizione antidroga dei carabinieri, si riaccendono i riflettori sulla diffusione di sostanze stupefacenti nelle scuole. Come scrive l’Arena di oggi a pagina 10, per quanto riguarda Veron, uno studente su tre dichiara di farne uso. È quanto emerge dai dati del questionario del Punto Ascolto Disagio Scolastico somministrato a 980 studenti delle scuole superiori scaligere nell’anno scolastico 2015-16. Dei 980 studenti interpellati, 588 hanno dichiarato che a scuola gira droga mentre 363 ne fanno uso, in 100 hanno iniziato per curiosità dall’età di 14 anni, 288 preferiscono la marijuana per le canne, 703 affermano che il parco è il principale luogo di consumo, 797 infine chiedono di affrontare a scuola il problema.

Intanto i dirigenti scolastici dei licei veronesi assicurano la massima collaborazione con le forze dell’ordine. Già da tempo infatti vengono svolti controlli negli istituti con cani antidroga in funzione dissuasiva e i casi sospetti vengono subito segnalati alla polizia. «L’allerta c’è, ma non dobbiamo passare dalla sensibilizzazione alla criminalizzazione generalizzata», dice Maria Paola Ceccato, dirigente scolastico dell’istituto Giorgi. «È un problema trasversale che va monitorato con educatori e famiglie», aggiunge Roberto Fattore, dirigente scolastico del Liceo Maffei.

Tags: ,