Unesco a Brugnaro: «nel dossier mancano soluzioni per Venezia»

«Il Comune di Venezia ci ha fatto avere il suo dossier il 1 febbraio: hanno rispettato i tempi e abbiamo molto apprezzato il grande impegno della città. Ci rendiamo conto che molti interventi riguardano decisioni che non possono essere prese in 5 minuti e che coinvolgono il governo, ma chiederemo integrazioni: ci aspettiamo che ci siano date scadenze certe, che al momento nel dossier non ci sono». Così, in un articolo di Roberta De Rossi su La Nuova venezia a pagina 20, il vice direttore generale alla Cultura dell’Unesco, Francesco Bandarin, fa il punto sul confronto in atto con il Comune lagunare sui problemi che affliggono Venezia che rischierebbero di escluderla dal patrimonio dell’umanità.

«Stiamo studiando il fascicolo – prosegue il vice direttore Unesco – l’impegno della città sarà ben considerato. Nel dossier ci sono indicazioni su linee intervento, ma non c’è ancora una soluzione, né per le navi né per il turismo: chiederemo di avere quanto prima un quadro più chiaro delle scadenze. Entro maggio prepareremo un documento con le nostre analisi, per presentarlo all’Assemblea generale Unesco a Cracovia, a luglio».

Tags: ,