Vicenza, nomadi in via Lanza: scatta il censimento

La polizia di Stato sta identificando i nomadi stanziati nel campo abusivo di via Lanza, a Vicenza. Lo scrive Valentino Gonzato a pagina 16 del Giornale di Vicenza di oggi, riportando le parole del questore Giuseppe Petronzi che dichiara di aver dato il via al censimento degli occupanti in modo da di «aggredire le situazioni di illegalità».

Un lavoro complesso, dato che durante i sopralluoghi in via Lanza i poliziotti si sono trovati a ricostruire situazioni familiari intricate, con molte persone che portano lo stesso cognome (il più diffuso è Halilovic) ma hanno nazionalità diverse. A volte difficili da ricostruire. Un nomade, accompagnato in questura, è risultato apolide.

«Non dico che risolverò il problema – mette la mani avanti il questore – ma procederemo a tamburo battente. E, se c’è qualche posizione illegale, interverremo». In corso anche le verifiche sulle condizioni dei bambini e dei veicoli di stanza nel piazzale: «è un’azione totale per essere più efficaci possibili».