Treno delle Dolomiti, i due tracciati

Restano dubbi sui possibili tracciati del progetto della Ferrovia delle Dolomiti. Come scrive Filippo Tosatto su La Tribuna di oggi a pagina 11, alla vigilia del vertice tecnico del 22 febbraio, Sistemi Territoriali – società incaricata della progettazione – ha messo a punto uno studio di fattibilità che prevede due opzioni di percorso, entrambi in partenza da Calalzo e destinazione Cortina. Il primo, denominato “Val Ansiei” , è lungo 48 chilometri , 18 dei quali in galleria, con un tempo di percorrenza fissato in 70 minuti e sette le fermate: Domegge, Lozzo, Cima Gogna, Auronzo, Tre Cime, San Marco, Cortina Centro. Investimento stimato: 745 milioni di euro.

Il secondo tracciato, denominato “Val Boite”, si snoda attraverso 33 chilometri – 23 in galleria – per 63 minuti di viaggio e fermate a Valle, Vodo, Borca, San Vito e Cortina Centro. Costo preventivato: 710 milioni. Rispetto alle valutazioni originarie, la spesa è lievitata in previsione di un anello ferroviario intorno alla città cortinese che prevede tre fermate (Nord, Centro, Sud) così da agevolare la prosecuzione verso Brunico.