Prosecco, prezzo terreni alle stelle: mercato ingessato

«Con lo stato attuale del mercato, il rischio è che solo i grandi gruppi possano permettersi di acquistare i terreni». Così, in un articolo di Andrea De Polo su La Tribuna  pagina 11, Roberto Martinuzzo, titolare di Terra Casa agenzia immobiliare di Ponte di Piave specializzata in terreni agricoli, lancia l’allarme sui prezzi astronomici per gli appezzamenti di terreno nella zona del Prosecco. Negli ultimi cinque anni, rileva l’agenzia immobiliare, il valore dei terreni delle Docg è aumentato del 30%, del 45% quelli nella Doc. Si va dai un 250 mila euro per ettaro di terreno in zona Doc a Conegliano, ai 500-700 mila euro per un ettaro Docg a Farra di Soligo fino ad arrivare al milione e 200 mila euroValdobbiadene in area Cartizze.

«Secondo le nostre analisi – continua Martinuzzo – le quotazioni dei terreni continueranno a salire, almeno del 10-15% nei prossimi anni, perché di Prosecco c’è sempre bisogno, e se – come sembra – ogni cittadino dell’Asia inizierà a berne un calice, serviranno sempre più vigneti (…) arrivare a chiedere certe cifre vuol dire aver creato delle false aspettative sul mercato, e soprattutto ingessare la parte delle compravendite». Per smuovere il mercato delle compravendite e permettere anche ai piccoli imprenditori di non essere strangolati dalla competizione, la Regione nei giorni scorsi ha varato nuovi criteri per l’assegnazione dei nuovi vigneti rendendo più facile piantare vigneti su terreni già di proprietà. Le misure a sostegno dei piccoli produttori (tra 0,5 e 20 ettari) hanno però infastidito le grandi cantine.

Tags: ,