Tazzer in giunta Manildo, centrosinistra diviso

«La prima cosa grave è che la giunta non ha informato per tempo la maggioranza dell’ingresso di un altro assessore in giunta. La seconda è non aver fatto un rimpasto: sarebbe stato più serio mettere la Tazzer al posto di Michielan. E invece il sindaco ha preferito affiancargli una badante». Così, in un articolo di Alessandro Zago su La Tribuna a pagina 9, il consigliere trevigiano del Pd, Michela Nieri, dà voce al dissenso della maggioranza sulla scelta del sindaco Giovanni Manildo di far entrare in giunta come ottavo assessore, l’ex dirigente di Ca’ Sugana Marina Tazzer (in foto a destra). La Tazzer avrà la delega all’Urbanistica prima in mano al sindaco, ma sarà anche il coordinatore tecnico per i settori Edilizia e Lavori pubblici, dell’assessore Ofelio Michielan.

Non si aggiunge però al coro di critiche di Pd, Sinistra Civica e Treviso Civica, il segretario cittadino del Pd, Andrea Michielan per il quale «il sindaco ha esercitato la sua prerogativa di scegliere la squadra di giunta con una scelta tecnica e basata sulle competenze. Il Piano degli Interventi, i cantieri aperti e quelli da aprire daranno una nuova configurazione urbanistica della città, e Manildo ha espresso la necessità di aggiungere in giunta una figura capace di gestire le risorse comunali in modo più efficiente. Su questa scelta Manildo ha chiesto appoggio, anche in prospettiva della campagna elettorale del 2018 e noi ci siamo».

Tags: ,