Verona, il poliziotto Trevisi candidato Pd (forse)

È caccia alle firme nel Pd veronese per individuare un candidato unitario che scongiuri il ricorso alle primarie giudicato da molti come un rischio di divisione del partito. Come scrive Enrico Giardini su l’Arena a pagina 12, il nome su cui stanno puntando i dem è quello di Gianpaolo Trevisi, 47 anni, direttore della Scuola di Polizia di Peschiera. La sua candidatura, promossa dal movimento Verona Attiva e sostenuta dai renziani, avrebbe la capacità di attirare consensi anche da sinistra e dal mondo civico.

Per evitare le primarie, però, servono almeno i tre quinti dell’assemblea cittadina del Pd corrispondenti a 29 membri su 48. La maggioranza renziana guidata dal segretario cittadino e consigliere regionale, Orietta Salemi, può contare per il momento su 27 voti. Ne mancano quindi 2 da reperire facendo “acquisti” nella minoranza guidata da Federico Benini, consigliere della Terza circoscrizione e favorevole alle primarie. Non è detto che l’operazione di salemi possa quindi  riuscire. Se l’assemblea non dovesse raggiungere 29 firme, le primarie si svolgeranno con candidati Salemi, Damiano Fermo, consigliere comunale, e Gustavo Franchetto, ex consigliere regionale.

(ph: aleteiaitalian.files.wordpress.com)

Tags: ,