Bitonci nei quartieri: «i padovani sono ancora dalla mia parte»

Secondo un sondaggio commissionato da Forza Italia, la popolarità dell’ex sindaco di Padova Massimo Bitonci raggiunge il 67% tra i suo concittadini. Un dato che parrebbe riflettere il ritrovato dinamismo del candidato sindaco leghista che in questi giorni sta febbrilmente battendo, in compagnia dei suoi ex assessori, tutti i quartieri della sua città. Dall’Arcella a Mortise, passando per la Mandria e Ponte di Brenta, fino a Torre, Brusegana e ai locali delle piazze l’ex primo cittadino si cimenta in bagni di folla con diverse decine di persone ad applaudirlo ovunque vada.

«Quelli che mi hanno pugnalato alle spalle, sfiduciandomi di notte di fronte a un notaio e interrompendo il lavoro di un’amministrazione democraticamente eletta dai cittadini che stava ben governando Padova, sono dei traditori – dice Bitonci a pagina 9 dell’edizione di Padova del Corriere del Veneto -. Per la prima volta nella storia di Padova questi signori hanno consegnato il Comune nelle mani di un commissario. E non contenti, siccome il primo non andava bene, ne hanno fatto arrivare un altro. Adesso stanno mettendo in piedi un’autentica accozzaglia che ha come unico collante l’odio nei miei confronti. Ma io non ho alcuna paura di questi carrozzoni elettorali, perché so che la gente è ancora dalla mia parte».