A Treviso il primo quartiere-fortino

Nasce a Treviso il primo quartiere a modello americano, circondato da un muro alto quasi tre metri che lo nasconde agli occhi di chi sta fuori: si tratta di un complesso residenziale con cinquantacinque case previste dal progetto, destinate ad ospitare almeno 150 persone. Secondo quanto scrive Daniele Ferrazza a pagina 2 de La Tribuna di oggi, le case realizzate ad ora sono 21, di cui 20 sono già state vendute e sedici risultano abitate.

Il quartiere è di fatto fortificato, con un unico acesso costituito da un portone automatizzato e, ovviamente, un sistema di videosorveglianza. Si tratta di un quartiere privato, quindi, «in contesto chiuso di residenze a schiera: nel villaggio hanno accesso solo i residenti i quali godono quindi di viabilità interna e piscina privati, in poche parole comfort e sicurezza». Questo quanto si legge sui depliant della Berno Real Estate, la società che ha realizzato il quartiere che si chiama “Borgo San Martino”.

«Si tratta di un intervento urbanistico che ci sta dando molte soddisfazioni – ha detto Roberto Berno, titolare con il fratello Remo della Real Estate – coniuga il concetto di sicurezza e di privacy, elementi che sono percepiti in questo momento in testa alle priorità. Del resto non c’è niente di nuovo: anche la storia delle nostre città è contrassegnata dalle fortificazioni. Parlerei di villaggio chiuso, con l’idea di creare un borgo protetto. Ci siamo un po’ ispirati all’America».

(Ph. da bernorealestate.com)

Tags: ,