18enne morto sulla Feltrina, voleva diventare un Alpino

«Quel ragazzo si era sentito col nostro capogruppo Lucio Puppetti pochi giorni fa. Voleva diventare socio del Gruppo Alpini di Col San Martino, per poter in questo modo impegnarsi attivamente con la Protezione civile di Valdobbiadene, come volontario. Sabato dovevamo incontrarci per il tesserino, purtroppo è andata come sappiamo». Così su La Tribuna a pagina 12, Remigio Favorericorda Sebastiano Bortolin, lo studente diciottenne di Feltre morto venerdì sera nello schianto contro un Tir sulla Feltrina a Chiusa di Anzù (Treviso). L’amico Davide Costa, il 19enne alla guida della Citroen quella tragica sera, è intanto uscito dal coma farmacologico ed è tuttora ricoverato in ospedale in prognosi riservata.

«Voglio ricordare questo sogno infranto – continua Favore – per far capire che si trattava davvero di un ragazzo in gamba. Uno che voleva darsi da fare per la comunità, per gli altri, ci ha fatto subito un’ottima impressione ed eravamo entusiasti che entrasse nel nostro gruppo». Oggi intanto alle ore 15, nella chiesa di Bigolino sarà dato l’ultimo saluto al diciottenne prima della cremazione.

 

Tags: ,