Ladri in casa Facchinetti: «mi compro un arsenale, non uscite vivi»

Paura in casa Facchinetti ieri mattina quando un ladro si è introdotto nella sua abitazione a Bergamo. Il malvivente, dopo essere stato scoperto, ha picchiato il genero di Roby, che vive nella stessa casa, ed è fuggito. Lo racconta il figlio Francesco con un post su Facebook: «Basta mi sono rotto i coglioni. Ieri mattina alle 11.30, ripeto di mattina, è entrato un mostro, una bestia, in casa di mio papà. Lì vivono anche i miei fratelli, il marito di mia sorella Giulia e il mio piccolo nipote Lorenzo. Questo animale di 2 metri ha cercato prima di rubare e poi, una volta scoperto da Yuri, lo ha tramortito per poi scappare via».

«Ma vi rendete conto: la domenica mattina. Tutto questo è follia. Peggioriamo ogni giorno di più – continua Francesco Facchinetti – bisogna reagire e se non lo facciamo noi, non lo farà nessuno per noi. Sto andando a comprarmi un arsenale, se qualcuno entra in casa mia con i miei figli non esce vivo. Se lo Stato non mi difende, lo farò da solo. Mi prendo tutte le responsabilità di quello che ho detto». E a chi contestava ha risposto così: «Per i perbenisti da tastiera: fatemi sapere come reagite quando vi entrano in casa con i vostri figli di pochi mesi».