Montagnana, maxi-serra di marijuana: in manette giovane cinese

Aveva trasformato il capannone abbandonato in una serra di marijuana che “succhiava” energia per 300 euro al giorno. Come scrive Enrico Ferro sul Mattino a pagina 34, in manette è finito Chen Biao, 33 anni clandestino e incensurato, a cui sono state sequestrate 1.640 piante di cannabis e circa mezzo chilo di droga già essiccata rinvenute in un casolare in via Ruggero 1 a Borgo Frassine (Montagnana), nell’aperta campagna tra le province di Padova e Verona. Nella struttura il giovane cinese aveva installato un elaborato impianto di illuminazione e aerazione con trasformatori e ventilatori allacciati abusivamente alla rete elettrica. Gli inquirenti sospettano che dietro l’operato di Chen Biao, che non ha residenza in Italia nè passaporto, possa celarsi un’organizzazione criminale più vasta.