“Nomadi” arrestati, Colombara (Variati): «gente esasperata»

«Via Lanza e Mercato Nuovo non possono continuare a essere dei campi nomadi, ci vuole fermezza, i cittadini sono esasperati». A dirlo, scrive il Corriere del Veneto nell’edizione di Vicenza a pagina 11, è  il consigliere della lista “Variati sindaco”, Raffaele Colombara, che commenta l’arresto di due nomadi, di cui una minorenne, accusate di una rapina avvenuta pochi giorni prima di Natale in pieno centro storico, ai danni di un’anziana 85enne aggredita e spintonata per rubarle 570 euro. Ma il consigliere di maggioranza si riferisce anche ad un altro grave fatto avvenuto ieri in via Zampieri quando alcuni nomadi si sono scontrati fra loro in una rissa con tanto di spranghe e crick a causa di un episodio di infedeltà coniugale di una donna Rom con il marito in carcere.

Nel caso della rapina del 20 dicembre Zingara Halilovic, 33 anni, e la sua complice 17enne hanno avvicinato l’anziana signora tra le bancarelle chiedendole l’elemosina. L’hanno poi seguita fino alla sua macchina in piazza Duomo spingendola con violenza all’interno dell’abitacolo e derubandola del portafogli. La scena non è però sfuggita ad alcuni passanti e all’occhio delle telecamere che hanno permesso l’identificazione delle due nomadi contro le quali è stata spiccata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina pluriaggravata in concorso. Sulla vicenda attacca anche Francesco Rucco, capogruppo di Idea Vicenza: «l’assessore Rotondi ed il sindaco Variati non intervengono con ordinanze di sgombero, tollerando di fatto una situazione insostenibile».