Vicenza, 8 marzo “sciopero delle donne” contro la violenza

In occasione della Festa della donna, anche Vicenza scenderà in piazza per lo “Sciopero internazionale delle donne” contro la violenza di genere, organizzato in 40 Paesi nel mondo. Lo comunica in una nota il collettivo We want sex. «A Vicenza come in tutte le città italiane – scrive il collettivo – scenderemo in piazza l’8 Marzo, perché vogliamo distruggere la cultura della violenza attraverso la formazione, vogliamo decidere sulla salute e sui nostri corpi, vogliamo la parità salariale sui posti di lavoro, vogliamo che i diritti e la parità lavorativa e riproduttiva non siano per pochi ma per tutti, vogliamo un welfare pubblico e maggiori diritti nella genitorialità, questo non è uno sciopero solo delle donne ma una battaglia per tutte e tutti. Tutto questo parte dai movimenti femministi, che da mesi stanno scrivendo un piano anti-violenza, ma si desidera parlare a tutte quelle persone che subiscono ogni giorno violenza fisica, psicologia ed economica».

A Vicenza ci saranno due momenti di piazza, «aperti a chiunque voglia e si riconosca in questa lotta. Il primo sarà alle 8,30 caratterizzato da un corteo studentesco assieme alle lavoratrici ed ai lavoratori, precarie e precarie che partirà dalla stazione dei treni. Il secondo momento sarà alle 17,30 con la “Street Parade Non Una Di Meno“, partiremo da Piazza Matteotti per arrivare in Piazza delle Erbe e concludere la giornata con il reading di Follia Organizzata “Siamo tutte noi”. Invitiamo tutte e tutti a partecipare a questa giornata di sciopero generale dal lavoro produttivo e riproduttivo». Sarà possibile farlo anche senza scendere in piazza, «con cartelli sul posto di lavoro, esponendo le matrioske (simbolo del percorso nazionale Non Una Di Meno) e vestendosi di nero e fucsia in sostegno della giornata di sciopero».

(Ph. Simona Granati, Corbis/Getty Images)

Tags: ,