Unipd, 5 mila euro per coniugi di dipendenti disoccupati

L’Università di Padova ha esteso alle coppie di fatto i diritti dei dipendenti con familiari a carico. Come scrive Alessandro Macciò sul Mattino a pagina 7, il cda di Ateneo ha approntato alcune modifiche al regolamento permettendo ai dipendenti di ricevere un sussidio per far fronte alle spese del funerale e 3 mila euro una tantum in caso di decesso del coniuge/compagno dello stesso sesso (o di un figlio). Altra novità è il contributo una tantum fino a 5 mila euro anche per chi ha un coniuge o un convivente che ha perso il lavoro ed è disoccupato almeno da tre mesi.

Validi solo per i dipendenti sono invece i contributi per le spese sanitarie come le cure mediche per le malattie gravi, croniche e invalidanti e le prestazioni specialistiche. Le richieste di sussidio sono cumulabili e non possono superare i seimila euro all’anno. Possono fare domanda solo i dipendenti e collaboratori con almeno dodici mesi di contratto che non siano coperti da altri benefici come assicurazioni e borse di studio. L’entità dei rimborsi è valutata infine in proporzione alla fascia di reddito annuo del richiedente.

Tags: ,