Atv Verona, conferma da Milano: «attuale vertice fino al 2022»

Fnma, la società di autoservizi controllata al 100% da Ferrovie Nord, avrà il diritto per i prossimi 5 anni di nominare il presidente e la maggioranza dei componenti del cda di Atv Verona. È quanto previsto, scrive Claudio Trabona sul Corriere del Veneto nell’edizione di Verona a pagina 5, dall’accordo con il sindaco Flavio Tosi i cui contenuti sono stati rivelati ieri da Ferrovie Nord che ha confermato in una nota l’acquisizione del 50% di Atv per 21 milioni. Il patto con il sindaco contiene anche una rotazione triennale del diritto di nomina del cda da parte dei due soci paritetici Amt e Fnma. In totale, Ferrovie Nord avrà il controllo del cda per i prossimi otto anni.

Il gruppo milanese ha fatto sapere che la sua intenzione è quella di «confermare l’attuale presidente Massimo Bettarello (in foto) e il direttore generale Stefano Zaninelli», uomini legati al sindaco uscentefino al 2022. La mossa sembra così “blindare” il cda dalla possibilità che dopo le prossime elezioni una possibile maggioranza diversa in Comune (che è socio) possa cambiarne i componenti. Andrea Gibelli, presidente di Fnm motiva la decisione: «è prassi consolidata che, definendo patti parasociali di un certo tipo, si assicuri la continuità al vertice di un’azienda quando è ben gestita». «Sono qui per fare ragionamenti industriali, le ricadute di natura politica hanno un altro significato – conclude Gibelli – restano due manager che devono mantenere la buona gestione fin qui dimostrata».

Tags: ,