Abano, Claudio rischia di nuovo il carcere

L’intervista rilasciata al Mattino di ieri potrebbe costare caro a Luca Claudio, l’ex sindaco di Abano e Montegrotto che a dicembre aveva patteggiato 4 anni per corruzione. Come riporta il Corriere del Veneto di oggi a pagina 7, Claudio, che aveva ottenuto i domiciliari giovedì, potrebbe tornare in cella. Nel concedergli i domiciliari, infatti, il giudice Tecla Cesaro aveva anche specificato il divieto di parlare agli estranei. Gli unici con cui l’ex sindaco poteva avere contatti erano i suoi familiari.

La decisione di aprire la porta di casa ad un giornalista e di rilasciare dichiarazioni che mettono in dubbio la verità giudiziaria su cui lo stesso Claudio ha patteggiato («Io sono innocente. Non c’è un solo passaggio in cui si prova che io abbia preso dei soldi») hanno dato il via a una verifica della procura e non è escluso che nei prossimi giorni il pubblico ministero Federica Baccaglini torni a chiedere al gip Cesaro il ritorno in carcere per aver violato la prescrizione del giudice.