BpVi: «estranea a notize su soci “scavalcati”»

Con riferimento alla pubblicazione di notizie in merito al fenomeno dei cosiddetti azionisti “scavalcati” apparsa su alcuni organi di stampa, Banca Popolare di Vicenza, nel dichiararsi completamente estranea a tali pubblicazioni, ribadisce di aver svolto direttamente le opportune verifiche e di aver individuato gli azionisti – meno di 500 – che avevano impartito un ordine scritto di vendita di azioni BpVi rimasto inevaso e che avrebbe potuto essere evaso laddove la Banca avesse rispettato il corretto ordine cronologico. Tali azionisti sono già stati contattati dalla Banca per le informazioni del caso.