Pedemontana, altri 200 milioni dalla Regione Veneto

Un contributo straordinario di duecento milioni di euro spalmati su più annualità dalla Regione Veneto per la Superstrada Pedemontana Veneta. Questa, scrive Daniele Fernazza sul Mattino a pagina 11, la soluzione proposta da una task force di tecnici incaricata dalla giunta regionale per scongiurare il rischio di stallo dei cantieri dopo dopo la conclusione della gestione commissariale di Silvano Vernizzi e il ritiro del sostegno da parte di governo, Cassa Depositi e Prestiti e Anas. L’accelerazione è stata voluta dal governatore Luca Zaia, preoccupato di chiudere la partita sulla Pedemontana prima del 2020.

La Pedemontana ha un costo complessivo di 2,2 miliardi e ha già assorbito quasi 700 milioni di euro di risorse pubbliche. Con il nuovo contributo straordinario, l’impegno per le casse pubbliche sfiorerebbe il miliardo di euro, ovvero il costo di quasi la metà dell’intera opera. Se questa delibera dovesse passare, rischiano così di saltare anche le esenzioni dei pedaggi riservate ai residenti, unica misura di “ristoro” per i comuni attraversati dall’opera.