Dal Lago (Lega): «quote rosa dannose, meglio il merito»

Quote rosa? «Le ho sempre bocciate, votando anche contro il mio partito in certi casi». Così intervistata sul Giornale di Vicenza a pagina 16, la lady di ferro leghista Manuela Dal Lago è intervenuta sul ruolo delle donne in politica. «C’è stato un progresso quantitativo, ma spesso è stato il frutto delle leggi sulle quote rosa. Che io ho sempre contestato, perché servono solo a salvare le apparenze». «Gli ostacoli ci sono e sono culturali – continua l’ex presidente della provincia e ex deputata -: spesso le donne sono più concrete, ma gli uomini pensano che debbano fare le segretarie, le assistenti e, se fanno politica, tendono a relegarle nel sociale e in materie simili».

Tuttavia, continua la Dal Lago, le quote rosa non servono: «i loro effetti sono contrari agli obiettivi: le quote garantiscono un numero, non la qualità. E invece l’unica via per affermare la forza delle donne, anche in politica, è la loro capacità, ove sappiano metterla in campo». Alla donna l’ex triumvira del Carroccio consiglia quindi di «credere in se stessa, di lottare all’interno dei partiti e delle istituzioni e di votare per le donne, quando lo meritano. Io stessa voto per un uomo se l’uomo è più capace. Ma sta alle donne di qualità mettersi in gioco».

(ph: youtube.com)

Tags: ,