Linkvolo, festival dell’arte a Verona

Inizia il conto alla rovescia per “Linkvolo – Il festival dell’arte”, che si svolgerà in quattro aree distinte del centro storico di Verona da venerdì 10 a domenica 12 marzo. Lo scopo di Linkvolo è far interagire il pubblico e le arti con workshop, concorsi e spettacoli che avranno come relatori e docenti grandi nomi per ogni disciplina proposta: Carlo Mari con il concorso fotografico “Black & White Vintage Verona”, l’architettura sarà curata da Roberto Cremascoli, che collabora con Alvaro Siza da molti anni, e presenterà la realizzazione “sitespecific” del progetto piccolo Padiglione 2017 progettato da Beniamino Servino e Nicolò Galeazzi. Per quanto riguarda il cinema Massimo Galimberti curerà il contest/workshop documentarista dell’evento mentre la compagnia di danza Aterballetto coinvolgerà ballerini e non nei suoi workshop. Il mondo del fumetto sarà diretto da Massimo Perissinotto, con corsi e interventi di grandi big del comics italiano. E poi ancora importanti workshop di letteratura e corsi di calligrafia, di pittura con insegnanti qualificati e di body painting.

Ci saranno inoltre cene nel palazzo della Gran Guardia, dove verrà premiato un’artista italiano, scelto dal comitato scientifico dell’evento, del quale a breve verrà svelato il nome. Spettacoli di show cooking della scuola CastAlimenti nell’area dell’ex Arsenale dove si potranno apprezzare “apericena” con la musica lirica e jazz, e molto altro ancora da sperimentare nell’ouverture di questi tre giorni, dislocate in quattro location del centro cittadino. «Stiamo lavorando da mesi nella creazione delle sinergie fra le varie arti – ha dichiarato l’ideatrice dell’evento Paola Chesi –. Ogni artista coinvolto ha raccolto la sfida di creare interazione con il pubblico, facendo nascere passioni o risvegliandone di antiche». Per consultare il programma completo, clicca qui.

Tags: