«Salvini può parlare a Napoli. Lega difese pizza in Ue»

«Mi spiace che Emiliano faccia questi commenti, anche perché lo reputo una persona per bene, però questo è un commento che mi sento di definire, senza polemica, fuori luogo. Il sale della democrazia è il confronto e il confronto è giusto che sia garantito a tutti. Non si capisce, dunque, per quale motivo a Napoli la città sia interdetta ad alcuni e ad altri no, o meglio si voglia sostenere che qualcuno non ci debba andare». A dirlo il governatore del Veneto Luca Zaia a commento delle dichiarazioni di Michele Emiliano sull’iniziativa del leader della Lega a Napoli.

«E visto che dà tanto fastidio il leghismo, vorrei ricordare – ha detto all’Ansa – che da ministro il leghista Luca Zaia ha dato alla città di Napoli la “protezione” Stg (Specialità Tradizionale Garantita) a livello comunitario della pizza napoletana, oltre a tutte le battaglie che il sottoscritto ha fatto per difendere la qualità e la tipicità dei prodotti della Campania, non ultima l’azione che ho condotto a difesa della mozzarella di bufala, con tutti i controlli che a suo tempo si fecero. Mi spiace che ci sia questo atteggiamento: Emiliano dovrebbe richiamare tutti al fatto che chiunque deve avere il diritto di parlare invece di affermare che “è un oltraggio al sud andare a Napoli”; perché se anche c’è una sola persona che desidera sentire “l’altra campana”, è giusto che sia salvaguardato il diritto di questa persona di ascoltare e di essere informata».

Tags: ,