Tasse per Pedemontana, BellunoSveglia: «Zaia ha fallito»

«Fallisce la politica romana. Fallisce nelle promesse e fallisce culturalmente, sbagliando qualsiasi approccio alla realtà in cui i cittadini sono costretti a vivere». Così Massimo Vidori per BellunoSveglia!, il gruppo elettorale formato in vista delle amministrative bellunesi 2017 che ha diramato una nota in merito alla nuova addizionale Irpef annunciata per finanziare la Superstrada Pedemontana Veneta.

«Ma se Roma è ormai al monte di pietà, Venezia non gioisce affatto e non brilla certo per innovazione – prosegue il comunicato – l’Italia taglia i fondi alla Regione e questa, per ovviare alla carenza, anzichè reagire con coraggiose contromosse, si piega docilmente alle scelte centrali e centraliste rifacendosi degli ammanchi (nel pieno rispetto della tradizione), attraverso nuove tasse a carico dei cittadini. I Veneti, che da sempre pagano, subiranno ulteriori salassi per pagare la Superstrada Pedemontana e qualche altra carenza, tamponando le falle create da Roma, ma non impedite da Venezia».

«Basta e avanza per dire che anche Venezia ha fallito – sostiene Vidori – sia quale ente territoriale che come sindacato di difesa dei veneti. Tra le nostre montagne tocca segnare addirittura un drammatico “non pervenuto”. Come contorno misto, la stampa riporta di nuovi incarichi regionali (in lingua veneta “careghe”) e annuncia le alleanze partitiche di chi pensa già a spartirsi Belluno e Feltre».
«Con quale faccia – conclude l’esponente di BellunoSveglia! – i rappresentanti bellunesi dei falliti della destra veneziana e/o della sinistra romana si presentino ancora all’elettorato, per candidarsi alla gestione amministrativa dei nostri enti locali, al momento solo loro lo sanno».

Tags: ,