BpVi e Vb, quasi 10 mila pratiche legali

I soci che di certo non aderiranno alla offerta pubblica di transazione (Opt) delle due banche ex popolari in Veneto e che hanno avviato procedure alternative in ambito giudiziario o attraverso l’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) sarebbero ad oggi meno di 10 mila, ma il loro numero potrebbe salire in particolare alla luce dei primi risultati che giungeranno dalla stessa Autorità. La stima deriva dalla somma delle pratiche in lavorazione negli studi dei legali dei vari comitati dei soci e delle associazioni dei consumatori, impegnati ad assistere proprietari di azioni dei due istituti secondo i quali la riparazione avanzata dalle ex popolari (nove euro a titolo per la Popolare di Vicenza, il 15% del valore “bruciato” per Veneto Banca), per l’adesione alla quale c’è tempo fino al prossimo 22 marzo, è insoddisfacente.