Variati a Roma. Con una canadese

Province senza soldi, il loro presidente nazionale è pronto a marciare sulla Capitale. La contromossa dell’atterrito Gentiloni

Da quando si è sparsa la voce che il presidente dell’Unione Province Italiane Achille Variati pianterà la tenda davanti a Palazzo Chigi, la Capitale è in fermento. L’uomo, si sa, è tutto d’un pezzo. Se lo ha detto, lo farà. In vita sua non ha mai detto una bugia che sia una. Se Padoan non gli dà i soldi per quelle province che Renzi voleva, bontà sua, eliminare, lui farà la marcia su Roma. In tenda.

La Protezione Civile gli ha subito offerto un camper, ma lui ha rifiutato. Il camper sa troppo di politica. Il gruppo ANA gli ha offerto una comoda tenda, che si è liberata ad Amatrice per l’arrivo dei primi 6 prefabbricati. Ma lui ha risposto che non è un terremotato, è lui che vuol terremotare Palazzo Chigi. Gli scout si sono fatti avanti con una tendina canadese. Ecco, quella può andar bene. Una canadese davanti a Palazzo Chigi.

Le suorette del Farina si sono messe di buzzo buono a cucinare biscottini al miele per il loro Achille. Le patronesse della San Vincenzo sferruzzano sciarpe e maglioni perché di notte, a Roma, potrebbe anche far freddo. E la colonna sonora? Eh sì, un evento deve averla, la colonna sonora. Renzi al Lingotto ha scelto Strada facendo di Baglioni. Anche Achille avrà la sua, di canzone. Un gruppo di esperti e amici, capitanati da Everardo, ha scelto un brano più raffinato, “Come fai”, di Gianluca Grignani, quella che fa “… restare sempre a galla sai è difficile come fai che rimani sempre in piedi in mezzo ai guai…”. Una pronta libreria di Vicenza, per i momenti di relax, ha offerto un libro di Federico Cavalli, “Sughero”. Non è stato apprezzato.

Tutto è vano, però: cessato allarme. Suorette, basta biscotti. Patronesse, riponete i ferri da calza. Padoan ha avvisato Gentiloni. Gentiloni, atterrito all’idea di ritrovarsi davanti ogni santa mattina Variati e la canadese, ha implorato Moscovici. Moscovici ha offerto la sua solidarietà al premier italiano. Si troveranno i soldi. E Variati deciderà dove piantare la sua canadese. Magari davanti a casa del suo amico Gianni Zonin?