Profughi Bagnoli, offerta al ribasso da coop siciliana

L’aggiudicazione del bando per la gestione dell’accoglienza dei profughi all’hub di Bagnoli, è stata rinviata di 15 giorni.  Come scrive Elena Livieri sul Mattino a pagina , le prime tre offerte sono risultate anomale: la coop Badia Grande di Trapani (prima classificata), Senis Hospes di Macerata in associazione con Tre Fontane di Roma e Azione Sociale di Caccamo nel Palermitano, hanno infatti proposto i loro servizi ad un costo troppo basso. Si passerebbe infatti da 31,90 euro a 23,32 per profugo.  La prima offerta “nella norma” risulta quella di Edeco, l’attuale gestore del centro e arrivata quarta in classifica.

Badia Grande ha ottenuto 100 punti su 100, con un’offerta economica pari a 23,32 euro al giorno per profugo, rispetto ai 32,50 di partenza del bando. Al secondo posto Senis Hospes e Tre Fontane con 98,16 punti e un’offerta di 23,99 euro. Terza Azione Sociale con 88,30 punti e 28,79 euro offerti. L’attuale gestore, Edeco, si è fermato a 86, 44 punti e 29,85 euro: attualmente viene pagata dalla Prefettura 31,90 euro al giorno a persona con i quali paga colazione, pranzo, cena, mediatori linguistici e culturali, assistenza sanitaria e legale, psicologi, vestiario, corsi di italiano e formazione e 2,50 euro fissi di pocket money.

Tags: ,