BpVi e Vb, inviata risposta a Bce

Doppio cda delle banche venete oggi a Milano per fare il punto sull’andamento dell’offerta di transazione e sulle lettere di risposta alla Bce, che ha chiesto a Popolare di Vicenza e Veneto Banca come intendano finanziare il proprio fabbisogno di capitale sulla base di piani industriali separati. Secondo indiscrezioni, le missive, messe a punto separatamente dai due istituti, sono state inviate alla Bce.

Sia Veneto Banca che la Popolare di Vicenza, secondo quanto è stato possibile ricostruire, dovrebbero far presente alla Bce di avere i requisiti per accedere alla ricapitalizzazione precauzionale. Le due banche considerano la strada della fusione imprescindibile per il loro rilancio. Ancora da capire il ruolo di Atlante, azionista dei due istituti con oltre il 99% del capitale, nella ricapitalizzazione. Probabile che il fondo, i cui soci bancari faticano a trovare una linea comune, attenda il 22 marzo, giorno in cui si chiuderà l’offerta pubblica di transazione, prima di decidere sul da farsi.