Venezia, volantini omofobi col “Ku Klux Klan” a scuola

«Non passa il frocio!». Questa la scritta, scrive Vera Mantengoli su La Nuova Venezia, riportata su dei volantini apparsi sulle pareti esterne dell’istituto Foscarini di Venezia. Di fianco alla scritta omofoba, i piccoli manifesti invitano inoltre a partecipare ad un sedicente «sit in, razza italica, con vendita di frittata di finocchi». E non è finita qui: accanto allo slogan «Stop alla omomalattia», sul volantino appare anche una foto in bianco e nero di un raduno Ku Klux Klan con una croce infuocata.

«Non sappiamo chi li abbia affissi – dice il preside Massimo Zane – In ogni caso non si possono sottovalutare questi segnali. Ho chiamato subito la polizia per avvertirli e capire se ce ne sono altri in giro per la città. Non sappiamo nulla, può essere una bravata, uno scherzo di pessimo gusto o qualcosa di più serio. Attendiamo di vedere cosa dice la polizia». I volantini sono stati subito rimossi dai bidelli all’apertura della scuola il giorno successivo alle segnalazioni degli studenti e dei loro preoccupati genitori. Sull’episodio sta ora indagando la Digos per capire se si tratta di un gesto fine a se stesso oppure se fa parte di una campagna omofoba più ampia.

Tags: ,