BpVi e Vb, Messina (Intesa): «basta soldi da Atlante»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Da Intesa San Paolo arriva una doccia fredda per Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Come scrivono Gian Maria Collicelli e Gianni Favero sul Corriere del Veneto a pagina 14, il maggior contribuente di Atlante insieme a Unicredit (845 milioni versati), ha chiuso all’ipotesi che il Fondo possa iniettare ulteriori fondi per risollevare le sorti delle due ex popolari. «Atlante è pronta a comprare le sofferenze – ha dichiarato ieri l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina – Francamente mi sembra che più di quello che ha fatto non possa fare».

Nel dibattito se destinare o meno gli ultimi 1,7 miliardi di Atlante alla ricapitalizzazione delle due venete affiancando così lo Stato, Messina si schiera dunque per non dare altri soldi a BpVi e Veneto Banca. «La situazione rimane complessa – conclude Messina -, per me c’è la garanzia di un manager come Fabrizio Viola, capace e competente. Credo ci sia ancora un percorso da portare avanti tra Bce, Commissione europea e ministero dell’Economia. Sono fiducioso si possa andare a una soluzione positiva».

(ph: intermediachannel.it)

 

Tags: , , ,

Leggi anche questo