Cucciolo fugge e scatena il caos in aeroporto: ucciso

Un episodio, successo in Nuova Zelanda, che sta scatenando moltissime polemiche sui social. Un cucciolo di 10 mesi di nome Grizz, in addestramento per diventare un cane anti-bomba, è improvvisamente scappato impaurito al padrone poliziotto riuscendo a raggiungere alcune piste di decollo e atterraggio e creando ritardi e caos nei voli. Dopo aver tentato di prenderlo con cibo, giochi ed altri cani, i poliziotti hanno deciso di sparargli uccidendolo. «Abbiamo esaurito ogni alternativa possibile e non riuscivamo ad acchiapparlo», ha detto alla Bbc un portavoce dell’aeroporto di Auckland.

Immediatamente sui social sono scoppiate le polemiche e molti utenti hanno chiesto perchè Grizz non sia stato semplicemente sedato. Il portavoce ha risposto che «non ci sono pistole narcotizzanti in aeroporto e nemmeno la polizia le aveva». Tantissimi messaggi di rabbia e di condanna sono arrivati sulle pagine Facebook e Twitter dell’aeroporto mentre su change.org c’è già una petizione che “chiede giustizia” per il povero cucciolo ucciso.

 

Tags:

Leggi anche questo