«Vicenza entusiasta per Goldin, Treviso no»

La nuova grande mostra di Marco Goldin su Van Gogh a Vicenza? «Ora lo possiamo dire, doveva essere fatta per metà a Vicenza e per metà a Treviso, ma questo implicava costi notevoli e aggiuntivi. In più, qui (Treviso ,ndr) non c’erano le garanzie di trovare un museo pronto». Così, in un articolo di Silvia Madiotto sul Corriere del Veneto nell’edizione di Treviso a pagina 9, Massimo Zanetti, l’imprenditore del caffè che con la sua Segafredo Zanetti sarà ancora una volta main sponsor di Linea d’ombra.

Zanetti rivela un altro retroscena sulla mostra del celebre pittore olandese che aprirà i battenti dal 7 ottobre all’8 aprile 2018 negli spazi della Basilica Palladiana con 120 tra quadri e disegni: «Vicenza, appena ha saputo che sarebbe stato disponibile, ha mosso mari e monti per riavere Goldin, c’è stato un entusiasmo incredibile. Purtroppo la nostra bellissima Treviso non ne ha dimostrato altrettanto». «Linea d’ombra ha fatto un ragionamento di tipo economico – conclude l’imprenditore -, una mostra così importante e ricca richiede un investimento notevole. Perdere un anno, com’era già successo proprio a Treviso, era impensabile. Vicenza ha messo sul piatto una struttura solida, la Basilica Palladiana ha spazi enormi, mentre qui bisogna riconoscere che di polemiche ce ne sono state fin troppe. C’è sempre un retrogusto di insoddisfazione».

Tags: , ,

Leggi anche questo