Pd, cacciato responsabile organizzativo a Vicenza

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Si aprono crepe nel Pd vicentino. Come scrive Roberta Labruna sul Giornale di Vicenza a pagina 21, la segretaria provinciale Veronica Cecconato ha cacciato dal direttivo il responsabile dell’organizzazione Giovanni Pigatto, vicino all’area lettiana. L’accusa contro Pigatto è di aver tesserato al partito una decina di persone (su 2 mila iscritti) senza essere passato prima per i segretari dei circoli. «Rientra nelle mie facoltà scegliere il mio gruppo. In questa fase – afferma Cecconato al Giornale di Vicenza – ho bisogno del massimo sforzo e della massima lealtà. Ho bisogno di avere nel direttivo persone con le quali ho empatia e la fiducia con Pigatto si è logorata nel tempo. Non ne farei un dramma».

«Sono amareggiato e avvilito – commenta Pigatto – trovo incomprensibile questa decisione (…) assurda e inopportuna. Mi sono limitato a reiscrivere 11 persone, quasi tutte già precedentemente iscritte, che erano venute in sede per tesserarsi. Uniformandomi ad un comportamento identico assunto in altre occasioni dalla stessa Cecconato (…) la segretaria – conclude Pigatto – ha deciso arbitrariamente di spaccare un partito che sino ad oggi, pur nella sua pluralità, aveva mantenuto una sostanziale compattezza. Ceccontato è stata eletta in maniera unitaria con mandato da parte di tutti. Con questo atto, quel mandato che le è stato consegnato viene meno».

Tags: ,

Leggi anche questo

  • pachiara

    Scusa Pigatto, questa tua cacciata mi sembra una di quelle baruffe goldoniane che tanto mi piacciono.
    La signora Cecconato – nome robusto – sta facendo valere il suo ruolo, si sente forte, è una donna del PD. Imita le donne famose del suo partito, vuole emularle: pippicalzelunghe moretti, Pupy puppato, la signora boschi in renzi, la soldatessa in gonella pinotti, etc, etc. Perchè loro sì, e io no? ha pensato la Cecconato: devo trovare qualcosa di femminista, di forte. Caccio un uomo, un maschio e vada come vada farò sempre colpo! E così è stato! Perchè ti giustifichi Pigatto? sii felice. Dimettiti e cambia partito oppure, meglio ancora, esci dalla politica. Tanto con questa politica del PD, con queste donne ai vertici, l’Italia farà poca strada. E’ una mia sensazione, rubata alla famosa antropologa Ida Magli (mica una qualunque!).
    Al posto tuo ringrazierei la determinata e inflessibile Cecconato!