Pd, cacciato responsabile organizzativo a Vicenza

Si aprono crepe nel Pd vicentino. Come scrive Roberta Labruna sul Giornale di Vicenza a pagina 21, la segretaria provinciale Veronica Cecconato ha cacciato dal direttivo il responsabile dell’organizzazione Giovanni Pigatto, vicino all’area lettiana. L’accusa contro Pigatto è di aver tesserato al partito una decina di persone (su 2 mila iscritti) senza essere passato prima per i segretari dei circoli. «Rientra nelle mie facoltà scegliere il mio gruppo. In questa fase – afferma Cecconato al Giornale di Vicenza – ho bisogno del massimo sforzo e della massima lealtà. Ho bisogno di avere nel direttivo persone con le quali ho empatia e la fiducia con Pigatto si è logorata nel tempo. Non ne farei un dramma».

«Sono amareggiato e avvilito – commenta Pigatto – trovo incomprensibile questa decisione (…) assurda e inopportuna. Mi sono limitato a reiscrivere 11 persone, quasi tutte già precedentemente iscritte, che erano venute in sede per tesserarsi. Uniformandomi ad un comportamento identico assunto in altre occasioni dalla stessa Cecconato (…) la segretaria – conclude Pigatto – ha deciso arbitrariamente di spaccare un partito che sino ad oggi, pur nella sua pluralità, aveva mantenuto una sostanziale compattezza. Ceccontato è stata eletta in maniera unitaria con mandato da parte di tutti. Con questo atto, quel mandato che le è stato consegnato viene meno».

Tags: ,

Leggi anche questo