Pfos a Verona, colpevole sarebbe un autolavaggio

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

la task force di tecnici di Arpav, Usl, Acque Veronesi e Comune, avrebbe già individuato il colpevole dello sversamento di Pfos alla centrale idrica di Porta Palio a Verona. Come scrive Laura Tedesco a pagina 5 dell’edizione di Verona del Corriere del Veneto, il responsabile sarebbe un autolavaggio della zona con gli scarichi non a norma. Dalle analisi sugli scarichi dell’autolavaggio sarebbe stata riscontrata anche la presenza della stessa tipologia Pfas che hanno avvelenato le falde nella Bassa Veronese, nel Vicentino e nel Padovano.

L’ipotesi per ora più accreditata è che lo sversamento di Pfos sarebbe avvenuto durante le operazioni di travaso di uno o più serbatoi alla stazione di autolavaggio. Invece che finire nelle fognature i reflui sarebbero finiti captate in uno dei pozzi da cui attinge la zona dello Stadio (il numero 2). Il pozzo resterà ulteriormente chiuso per ragioni precauzionali, mentre si è optato per la riapertura già in mattinata della la centrale di Porta Palio.

Tags: , ,

Leggi anche questo

  • Paolo Maria Ciriani

    Ma i Vigili del Fuoco, i NAS, gli ispettori dell’INAIL e gli stessi dell’ARPAV cosa ci stanno a fare?