BpVi e Vb, richiesto aiuto di Stato

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca chiedono l’aiuto di Stato: un paio d’ore dopo il declassamento dell’istituto berico all’ultimo scalino prima del default da parte dell’agenzia di rating Fitch, le ex popolari lanciano l’sos e chiedono di accedere al «sostegno finanziario straordinario e temporaneo da parte dello Stato italiano (ricapitalizzazione precauzionale)». Lo riporta Marino Smiderle a pagina 11 del Giornale di Vicenza di oggi.

Ora la palla passa a Commissione europea e Bce, che dovranno autorizzare il salvataggio dei due istituti veneti tramite i fondi pubblici. Che, peraltro, sono già stati stanziati. Il piano dell’ad di BpVi, Fabrizio Viola, prevede un aumento di capitale da 4,7 miliardi che verranno in parte da Atlante (se i soci si metteranno d’accordo), in parte dalla conversione dei bond subordinati e per il restante proprio dallo Stato.

Tags: , ,

Leggi anche questo