Crac banche venete, Zaia: «responsabili non si troveranno»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«In questo paese oltre alla possibile prescrizione c’è un altro problema: che nessuno viene condannato. Sono 205 mila gli azionisti veneti che hanno perso tutto e io stento a credere che alla fine si troverà un responsabile o saranno acclarate responsabilità». E’ il giudizio del presidente del Veneto, Luca Zaia, sulle inchieste avviate sulla Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. «Sono stati persi 11 miliardi di euro in Veneto, fra Popolare di Vicenza e Veneto Banca e questa cifra è superiore ai danni della prima Guerra mondiale nell’intero Nordest».

«Queste due banche – ha ricordato – erano una realtà importante del Veneto, lo sono ancora però vivono un momento di grossissima difficoltà. Due anni fa scrissi, e qualcuno si era messo a ridere, che era auspicabile l’intervento dello Stato, e che questo intervento statale doveva essere pari a quello della Federal Reserve americana la quale, quando c’è stata la crisi nel 2008 con Lehman Brothers, è entrata nel capitale delle banche Usa ed è poi uscita quando le ha portate in bonis. La verità è che l’Italia arriva sempre buona ultima. E poi arriva quando il cadavere è diventato eccellente».

Tags: , ,

Leggi anche questo

  • Giordano Lain

    Ribadiamo alcuni concetti fondamentali:
    Se l’Italia è il paese delle banane dove nessuno viene condannato è ANCHE colpa tua! La Lega Nord è stata per vent’anni al governo con Berlusconi e tu sei stato anche ministro di quei governi…
    I RESPONSABILI del Crac delle Banche Venete lo sappiamo già oggi senza nemmeno il bisogno di fare il processo chi sono, nel caso delle Pop. di Vicenza si chiamano Zonin, Sorato e tutto il CDA della banca, più chi ha avuto in prestito somme ingenti di denaro senza restituirle e chi ha scavalcato tutti avendo il rimborso delle azioni a 62.50 quando la stragrande maggioranza degli azionisti avevano la richiesta bloccata o inevasa o senza risposta. Analoga situazione per Veneto Banca. QUELLI SONO I COLPEVOLI, diverso è il discorso se la repubblica delle banane (con il tuo contributo, come detto sopra) riuscirà o meno a condannarli. Lasciamo perdere discorsi che ti riguardano direttamente come il fatto che mentre nell’ambiente tutti sapevano… TU ignoravi le condizioni delle due banche… IL PRESIDENTE DELLA REGIONE queste cose le apprende dalla stampa DOPO CHE SONO SUCCESSE o le DEVE sapere di suo, prima e tramite gli uffici della regione??? Ma cosa possiamo aspettarci di diverso da un presidente che NON SA MAI NULLA? Nulla dei Pfas riversati dalla Miteni per decine di anni, nulla del MOSE quando eri vicepresidente della regione, nulla dei serbatoi di GPL a Chioggia in laguna e vicino ai centri abitati, nulla della situazione dell’azienda che realizza la superstrada Pedemontana Veneta praticamente fallita e che NON paga gli espropriati dei loro legittimi terreni…
    Ammettilo di essere la persona inutile al posto sbagliato e facciamo finita! DIMETTITI !!!!!!!!!!!!

  • Ioan Tataru

    Ahaha, l’ennesima presa per c.u.l.o., siete forti ragazzi, ma quando create la moneta scritturale da nulla e sopratutto fuori bilancio, come mai avete questi “problemi” di miliardi? L’anno scorso le banche
    italiane hanno evaso quasi 500 miliardi di euro, perchè non mettete in bilancio la creazione dell’euro elettronico? Cosi l’erario è a posto e la gente non si suicida più per problemi economici! E avete anche il coraggio di dire che avete fatto il buco di 11 miliardi, quando riciclati soldi neri per centinaia e centinaia di miliardi!… Ooo, Luca Zaia, svegliati, che la gente conosce già molto bene il vostro “operato”! Peccato che la GDF non vede mai queste “piccolezze”!…Per adesso!…

  • Paolo Maria Ciriani

    Il sig. Tataru ha le idee un po’ confuse e non si rende conto che sta straparlando.
    Non è certo di Zaia la responsabilità di ciò che è successo nelle banche venete e non è certo di Zaia la responsablità di una magistratura che definire bradipa è un complimento!
    L’unica responsabilità di Zaia è quella di non accelerare il distacco del Veneto dall’italia in modo di poter avere una Banca centrale che controlli veramente le attività bancarie e una magistratura fatta da gente veneta che sicuramente è più efficiente delle altre popolazioni dello stivale. Va fatto con urgenza il referendum per l’autonomia che sarà il primo passo concreto verso l’indipendenza. WSM

  • orazio

    A volte mi chiedo se veramente la gente abbia capito come funzioni il sistema monetario.
    Ha ragione il sig. Tataru e ha ragione il sil Paolo.
    Ma tutti e due si dimenticano che la moneta è pura fantasia.
    Giustamente occorre la sovranità monetaria… ma una volta raggiunta quella i soldi ci sono per tutto.
    Ovviamente e qui lo dico in modo chiaro, non va sprecato.
    Oltre alla sovranità monetaria, che è SOLO UN TASSELLO della moneta, occorre nazionalizzare TUTTE LE BANCHE PRIVATE. In quanto come fa osservare Tataru, con la riserva frazionaria e con le disposizioni di Basilea 3 – hanno la possibilità di emettere moneta con riserva al 1%.
    Gli effetti sono quelli segnalati da Tataru….